Come genitori, sappiamo benissimo che la sicurezza in auto non è mai troppa.

Sono milioni i bambini che ogni anno vengono coinvolti in incidenti stradali: questo rappresenta un tema di estrema importanza, che meriterebbe maggior sensibilizzazione. Ancora oggi, troppo spesso ci si affida a prodotti con sistemi di ritenzione infantili (SRI) che non soddisfano le caratteristiche essenziali in caso di sinistri o scontri del veicolo, nonostante i media e le continue campagne provino a sensibilizzare mamma e papà su questo tema. Inoltre, le iniziative adottate dalla Comunità Europea in merito e i progressi studiati per i piccoli viaggiatori sono deludenti se comparati alle innovazioni realizzate per la protezione degli occupanti adulti.

Dal Luglio 2013 è entrata in vigore una nuova normativa chiamata I-Size, che rivoluziona la sicurezza dei bambini in auto, migliorando il livello di performance. Compatibili dalla nascita ai 4 anni di età, i nuovi seggiolini auto con sistema I-Size prevedono l’utilizzo del sistema Isofix per facilitare il corretto montaggio e la massima protezione.
 Parte della normativa ECE R129, I-Size ridefinisce gli standard di protezione in auto, rendendoli molto più sicuri rispetto alla ECE R44 (risalente al lontano 1990). Il suo stesso processo di creazione è stato sviluppato in collaborazione tra i produttori di seggiolini auto ed i fabbricanti di automobili, permettendo una compatibilità universale per tutte le vetture SRI.

Ma vediamo più da vicino quali sono i cambiamenti messi in atto per garantire la massima protezione dei piccoli viaggiatori.

Sistema I-size

L’installazione del seggiolino auto con le cinture di sicurezza non sarà più possibile, eliminando così a zero i possibili errori di fissaggio al sedile e salvaguardando con maggiore attenzione la testa ed il collo del bambino. Spesso la classificazione dei vari modelli in gruppi di compatibilità ha creato confusione nelle scelte di acquisto dei genitori, facendo così un uso improprio del seggiolino auto. Con la nuova classificazione per taglia misurata in centimetri, sarà molto più semplice ed intuitivo trovare il prodotto che rispecchi le diverse esigenze e sappia garantire la funzionalità in base all’altezza del bambino.
 A dispetto della norma ECE R44 che prevede la possibilità di far viaggiare i bambini a favore di marcia dai 9 kg in su, il sistema I-Size obbliga la posizione contro marcia fino ai 15 mesi. Basta confusione tra peso ed omologazione, con I-Size ci affidiamo ad una regola più precisa e facile da comprendere. Per migliorare ulteriormente la sicurezza, un occhio di riguardo è stato dato anche alla protezione del bambino dagli urti laterali. L’ integrazione del nuovo Side Impact, prevede test specifici per gli impatti ai fianchi della vettura (essi, infatti, incidono per circa il 30% degli incidenti stradali). Tutti i seggiolini auto I-Size devono essere testati con manichini della serie Q, molto più performance nelle rilevazioni dati e con misure adeguate alla dimensione della popolazione attuale rispetto ai precedenti della serie P.

ECE  R129 ed R44 sono entrambi dei regolamenti, per cui sta al produttore di seggiolini decidere se preferire l’uno o l’altro metodo di omologazione. E’ importante quindi per il genitore, essere informato sui livelli di performance nella sicurezza del seggiolino auto nella fase di acquisto. Evitiamo di fare economia od una scelta affrettata quando è in gioco la vita dei nostri figli, affidandoci a prodotti che possano offrirci la massima garanzia ed un viaggio a prova di bimbo!

Salva

Salva